“E VISSERO A LUNGO FELICI” FIABA O REALTÁ?

Riflessioni e spunti per gestire efficacemente la vita di coppia

Sempre più spesso vivere insieme condividendo il quotidiano in serenità sembra essere un’impresa titanica. Siamo sempre troppo stanchi, oberati, compressi e con sempre meno tempo da dedicare all’altro e a noi stessi, al punto che una previsione di vita condivisa serena e tranquilla ci sembra un’utopia.

E allora come non pensare a due cuori e una capanna, al vissero felici e contenti, all’idillio di coppia e come non tornare col pensiero al primo sguardo, a quell’incontro, all’innamoramento, a quando tutto era facile e naturale? Ecco perché abbiamo cercato di parlarne insieme a coppie diverse ma accumunate dalla domanda: “Come possiamo tornare alla fiaba che era all’inizio?”

La risposta, non così semplice, è partiamo da noi, leggiamo le nostre risposte emotive alle diverse situazioni, analizziamo i nostri bisogni più o meno espliciti e poi comunichiamoli con efficacia al nostro partner, in modo diretto, semplice e decifrato.

Nelle dinamiche relazionali, e non fanno eccezione quelle di coppia, ci mette lo zampino la proiezione ed è proprio questo meccanismo psichico che spesso ci porta ad infastidirci e ad allontanarci dall’altro.

Proiettando fuori da noi ciò che non ci piace attuiamo un trasferimento involontario del nostro comportamento inconscio sugli altri.

Ma quest’espulsione di contenuti psichici che reputiamo sgradevoli, inappropriati, fastidiosi può essere un’importante leva. Innanzitutto, ci permette di innamorarci. Tant’è che la scintilla scocca quando nell’altro ci rispecchiamo e vediamo in lui qualcosa che ci piace di noi.

 

Inoltre, il saper leggere questa particolare dinamica psichica ci consente di depotenziare situazioni relazionali frustranti e ci aiuta a disinnescare dinamiche di coppia controproducenti.

 

Scritto dalla dott.ssa Alessandra Bertolotti